sabato 8 luglio 2017

PER FATTO PERSONALE

PER FATTO PERSONALE
Cari amici, cari lettori,
non avrei mai voluto scrivere il post che segue, ma la lealtà e l’onorabilità che contraddistinguono il sottoscritto impongono di rappresentarvi quanto segue.
Forse non ne siete a conoscenza, ma da qualche anno, in rete, si aggira una persona, immagino con seri problemi mentali, che sembra avere come unico scopo delle sua esistenza quello di diffamare via internet persone per bene e rispettabilissime che, a vario titolo, operano nel campo del finanza e dell’economia, o personaggi politici e del mondo dell’industria.
Solo per fare alcuni nomi, a titolo non esaustivo, nel mirino di questo stalker sono finiti: Ennio Doris e suo figlio Massimo (Mediolanum), Fedele Confalonieri (Fininvest), Claudio Cerasa (direttore del Foglio) Paolo Berlusconi, Marina Berlusconi, Pasquale Cannatelli, Giuliano Adreani, Barbara Berlusconi, Salvatore Sciascia, Adriano Galliani, Giuliano Ferrara (giornalista), Davide Serra di Algebris e molti altri ancora. L’elenco dei malcapitati continua con una fitta lista di consulenti e analisti finanziari e autori di blog di economia, quali Paolo Rebuffo di Rischio Calcolato, Paolo Barrai, Stefano Bassi, Roberto Gorini, Giacomo Zucco, Federico Izzi, Maurizio Barbero, il sottoscritto e molti altri ancora.
Sono centinaia e centinaia le persone diffamate con deliranti e gravissime affermazioni che hanno nulla a che fare con la realtà.
Il tizio in questione, al fine di tentare di conferire credibilità ai suoi deliri, ricorre a due espedienti:
1) Utilizza nomi di personaggi noti nel mondo della finanza e pubblica migliaia di post (a loro nome) su gruppi Facebook, gruppi Google, forum e nei commenti ad articoli ospitati in altri siti. A titolo non esaustivo, gli pseudonimi maggiormente usati sono: 
  • LUIGI PRUNETI GRAN LOGGIA D'ITALIA
  • ROBERTO GORINI LE REGOLE DEL DENARO
  • LORENZO PIACENTINI LAZARD-CAIA EX DEUTSCHE BANK
  • ANDREA MAZZALAI ICEBERG FINANZA
  • STEVEN DOWNHAM CANTOR FITZGERALD AND FREEMASONRY
  •  LORENZO PIACENTINI LAZARD ASSET MANAGEMENT
  • ORIANO MORO ENIGMA SECURITIES EX CENTROSIM
  • ANTONIO BINNI - - GRAN LOGGIA D'ITALIA
  • FRANCESCO CARBONE USEMLAB MALTA
  • LUIGI ROTUNNO LA TORRE RESORT PORTO SEGURO
  •  LUIGI ROTUNNO LA-TORRE RESORT
  • GIULIANO URBANI. MAI PIU' CON BERLUSCONI!
  • GIULIANO URBANI BRICKSTONE FUNDS
  • MICHELE CALZOLARI. IGEA BANCA.
  • ALFREDO PIACENTINI. DECALIA ASSET MANAGEMENT. CH.
  • FABIO ARPE ARPE GROUP MILAN
  • ERNESTO PREATONI: MAI CON  BERLUSCONI
  • MARTIN ZAPICO EX MORGAN STANLEY NOW ICAP
  • MARTIN ZAPICO. EX MORGAN STANLEY. ICAP LONDON NOW!
  • ROBERTO GORINI OPEN-SOURCE-MANAGEMENT
  • FRANCESCO PIRILLI EQUITA SIM MILAN
  •  ORIANO MORO ENIGMA SECURITIES EX CENTROSIM
e molti altri ancora.
2) Accosta il nome di persone per bene (come il sottoscritto, appunto, ma non solo ) ad altri che si sono resi protagonisti di fatti (più o meno censurabili) riscontrabili nelle pagine dei giornali o in altri siti internet. In questo modo, il lettore, trovando che alcune notizie rispondono a verità, potrebbe essere tentato di valutare come attendibile il post e i commenti deliranti che coinvolgono persone rispettabilissime.
I messaggi che compone e che pubblica sotto pseudonimo in centinaia di siti, sono tutti dello stesso tenore: stessi nomi, stesse affermazioni, stessa modalità di scrittura, stesse persone tirate in ballo, stessi deliri, proprio come se avesse fatto copia/incolla.
Si tratta di qualcosa di molto grave che non può essere in nessun modo tollerato e accettato. Per questo motivo, oltre ad aver fatto denuncia alla polizia postale tramite i carabinieri, ho già incaricato i migliori avvocati specializzati in reati informatici al fine di tutelare il mio buon nome e la mia onorabilità, e perseguire senza tregua non solo chi si è reso responsabile di un atto così grave, ma anche tutti i siti e i blog che offrono spazio (ancorché in buonafede) a post deliranti che riguardano la mia persona.
Sono molto dispiaciuto di quanto accaduto e, proprio per il rispetto di chi ha seguito questo spazio negli ultimi anni e degli altri che si sono avvicinati solo di recente, ho trovato giusto e doveroso informarvi di questo fatto increscioso.
Se l’intento dell’autore di questi fatti (che tra l’altro hanno rilevanza penale) fosse quello di limitare la mia attività divulgativa o di pregiudicare la credibilità di chi scrive o del blog, direi che ha sbagliato nettamente bersaglio, dato che la traiettoria che sto percorrendo da anni con rilevante successo sia in termini di lettori coinvolti che di autorevolezza delle analisi proposte, non subirà nessuna modifica né limitazione. Anzi, a breve, la mia attività divulgativa verrà ulteriormente intensificata, con l’obiettivo di offrire ai lettori del blog contenuti sempre più aggiornati e con standard qualitativi ancor più elevati.
Sono perfettamente consapevole del fatto che non è necessario ribadire la mia integrità morale e professionale (qualsiasi persona è in grado di riscontrarla con estrema facilità), ma ho voluto comunque rappresentarvi quanto sopra proprio per il rispetto e la lealtà con la quale mi sono sempre rivolto a chi segue questo spazio e a coloro che, a vario titolo, si rapportano quotidianamente con sottoscritto.
Grazie per l’attenzione.

Aggiornamento: 
Le bugie, si sa, hanno le gambe corte; ma quelle dello stalker che ha preso di mira il sottoscritto ne sono nate del tutto prive. Ieri, quando ho pubblicato sulla mia pagina Facebook lo scritto di cui sopra, in poche ore sono stato letteralmente tempestato da email, telefonate, e messaggi (QUI potete leggerne in  parte) provenienti da coloro che seguono questo spazio e che mi conoscono da anni. Ne sono stati a centinaia. Tutto questo dimostra una cosa molto semplice, ossia che la lealtà, l'onesta e la rettitudine, primeggiano sempre sulla menzogna e sulla pochezza di tali menti.
Tra l'altro, questa mattina ho sentito i miei avvocati che mi hanno detto che il soggetto in questione è ampiamente conosciuto dalla polizia postale italiana e da quella inglese, proprio per via dei deliri che scrive su internet. Sono centinaia le persone che, negli anni passati, lo hanno già querelato. Detto questo, ringrazio immensamente tutti coloro che, nei miei confronti,  hanno espresso  parole di solidarietà  e di grande sostegno. Grazie di cuore.

5 commenti:

  1. Forza Paolo, resistere sempre !
    E grazie ancora per tutto il tuo lavoro divulgativo.

    RispondiElimina
  2. E questo perde tempo a minare la credibilità di Cerasa e Ferrara? Mi sembra che ci riescano benissimo da soli.

    RispondiElimina
  3. Lei ha tutta la mia solidarieta'.
    La esorto a continuate nella sua opera divulgativa,di cui apprezzo la qualità e veridicità.
    Purtroppo esistono nel net come nella vita reale persone invidiose e cattive, fa parte dell' involuzione intellettiva del genere umano.
    La saluto cordialmente.
    Roberto Fanone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La ringrazio immensamente, molto gentile da parte Sua. Grazie di cuore.
      A presto

      Elimina