lunedì 15 maggio 2017

UN RAPIDO AGGIORNAMENTO SUL CAMBIO EUR/USD

Lo spread tra il decennale Usa e quello tedesco è sui livelli minimi di novembre. Come ho già detto qui due mesi fahttp://www.vincitorievinti.com/…/qualche-considerazione-sul…, l'attenuarsi del differenziale dei rendimenti depone a favore di un euro più forte nei confronti del dollaro. E infatti mentre sto scrivendo l'euro scambia 1.0966 contro dollaro, proprio a riflettere la diminuzione del differenziale dei rendimenti.
Quindi, considerando i dati macro che stanno giungendo, l'attenuarsi del rischio politico in eurozona, la politica monetaria delle due banche centrali eccetera eccetera..., sarebbe utile chiedersi quale nuovo elemento potrebbe favorire l'allargamento ulteriore (e duraturo) dello spread tra i titoli tedeschi e quelli Usa. Coloro che seguono questi pixel e il blog, non dovrebbero essere sorpresi dal fatto che tutte le banche di investimento che a inizio anno vedevano la parità tra euro e dollaro, nelle ultime settimane, abbiano riformato rapidamente l'orientamento espresso qualche mese fa.
Per spiegare i grafici proposti, possiamo aggiungere che quello in alto rappresenta la dinamica dei rendimenti del bund tedesco (linea blu, scala sinistra) e del decennale Usa (linea rossa scala destra).
Il grafico in basso esprime l'andamento del differenziale dei rendimenti (linea blu, scala sinistra) dei due titoli considerati, oggi ai minimi di novembre, e la stretta correlazione esistente tra l'andamento del cambio eur/Usd (linea rossa, scala destra).
Magari, nei prossimi giorni, sperando di avere un po' di tempo, cercherò di scrivere qualche considerazione aggiuntiva, anche alla luce dell'orientamento delle due banche centrali

Nessun commento:

Posta un commento