venerdì 13 maggio 2016

ISTAT, STIMA PRELIMINARE DEL PIL NEL PRIMO TRIMESTRE +0.3% (LA META' DELLA ZONA EURO)

Le prime stime preliminari sul Pil del primo trimestre dell'anno vedono il Pil italiano salire dello 0,3% su base trimestrale e dell'1% annuo. Il dato  si confronta con la debolissima variazione dell'ultimo trimestre del 2015 (+0,1%).
Le previsioni del governo italiano per l'intero 2016 sono di un +1,2% del Pil,leggermente superiori rispetto al +1% indicato dal Fmi e al +1,1% della Commissione Europea. 
Il ritmo di crescita dell'Italia risulta decisamente inferiore rispetto alla media europea, che nel primo trimestre  2016 segna un +0,5% su base trimestrale e +1,55% annuo.

Nel frattempo, la Banca d'Italia ha comunicato che il debito delle amministrazioni pubbliche in marzo è salito a 2.228,7 miliardi di euro, 14 miliardi di euro in più rispetto al mese di febbraio. 
Secondo quanto comunicato dall'Istat, si aggrava anche la deflazione.
Infatti nel mese di aprile 2016 l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, diminuisce dello 0,1% su base mensile e registra una diminuzione su base annua pari a -0,5% (la stima preliminare era -0,4%), più ampia di tre decimi di punto percentuale rispetto a quella registrata a marzo (-0,2%).

Ricapitolando: Bassa crescita, inflazione negativa e debito pubblico in aumento. 






2 commenti:

  1. Quindi, occorre individuare chi ha interesse che la ns Italia non cresce perché alcuni poteri in primis il Parlamento centrale, quelli regionali insieme agli ottomila sindaci italiani, nessuno sollevi la soluzione. La COSTITUZIONE e la sua applicazione è l' unico salvavita degli italiani.
    Nascite zero, disoccupazione, mercato interno lordo fermo le famiglie non spendono, le aziende sono costrette a chiudere e la Piovra statale non accenna a diminuire il suo debito pubblico.

    RispondiElimina
  2. L'Italia in prospettiva decennale e' finita.
    Come in natura prevale sempre ilpiu' forte alla lunga.
    Sara' forse solo un luogo di villeggiatura. Intanto hanno cominciato gli africani ad arrivare.
    Resta da vedere se resteranno gli unici alla fine....viste le proiezioni del clima nei decenni a venire.
    Non invidio i ventenni. Nella maniera piu' assoluta meglio gli ottantenni......:-) ...:-) ....:-)

    RispondiElimina