mercoledì 28 ottobre 2015

I TASSI NEGATIVI SONO LA NUOVA NORMALITA', IN QUESTA FASE

I mercati stanno prendendo Draghi in parola e ormai si attendono l'estensione e l'ampliamento del QE nella prossima riunione di dicembre.

Nonostante l'espansione del bilancio della BCE, causa anche il crollo dei prezzi delle materie prime, continuano i dati sull'inflazione continuano  a deludere.




Molti operatori si attendono che la BCE allunghi l'orizzonte temporale del QE, che aumenti gli acquisti dei titoli (RBS afferma che la BCE potrebbe acquistare anche azioni) e c'è chi si spinge anche ad ipotizzare che nella prossima riunione di dicembre la BCE potrebbe annunciare un ulteriore taglio dei tassi sui depositi, al fine di stimolare i prestiti.


I mercati obbligazionari stanno prezzando queste aspettative. Non a caso i titoli di stato tedeschi offrono rendimenti negati fino alle scadenze di 6 anni.

I titoli di stato a due anni di Germania, Francia e Finlandia offrono rendimenti negativi compresi tra lo 0.28% e lo 0.35%

In Italia, dopo l'asta dei  CTz collocati ieri anche l’asta dei BoT semestrali di oggi il Tesoro si è rifinanziato a tassi sotto zero. Nello specifico il rendimento dei 6 miliardi di titoli piazzati sul mercato si è attestato a -0,055% in linea con l’andamento del mercato secondario dove, da giorni, i tassi nella parte bassa della “curva” italiana (i titoli con scadenza inferiore all’anno) sono scesi in territorio negativo.

1 commento:

  1. Certo che sono di una intelligenza mostruosa. Se raddoppiano le paghe l'inflazione aumentera' di sicuro. Perche' non le aumentano? Semplice. Perche coi QE comprano debiti a rotta di collo. Ma perche' come ha affermato Putin , che non e' certo uno stupido, non fanno una bella guerra mondiale ( e' già attiva da tempo ma lo e' a macchia di leopardo) che cosi si azzera tutto? O almeno hanno la scusa per farlo. In fin dei conti l'intelligenza umana la vedremo forse in un'altra galassia............perche' in questa vedo solo imbecillita' allo stato puro.

    RispondiElimina