mercoledì 11 febbraio 2015

PERDITA RECORD PER MPS

SEGUI  VINCITORI E VINTI SU FACEBOOK E SU TWITTER

Qualche breve (ma importantissima) notizia su Mps e banche varie:

La banca senese chiude il bilancio 2014 con un rosso di esercizio per il gruppo di 5,34 miliardi contro una perdita di 1,4 miliardi nel 2013 (oltre quelle degli anni precedenti). Sul risultato pesano rettifiche per circa 5,7 miliardi a seguito dell'asset quality review della Bce. Mps ha annunciato anche il varo di un aumento di capitale fino a 3 miliardi di euro, superiore ai 2,5 miliardi previsti in precedenza. Ricordo che l'ultimo aumento di capitale (5 mld) era stato fatto appena 7 mesi fa.
L'esposizione netta dei crediti deteriorati cresce del 10% a 23,1 miliardi rispetto al 2013. L'esercizio chiude anche con una crescita dei ricavi primari e un calo del 2,2% dei costi operativi. Il risultato prima delle rettifiche è pari a 1.473 milioni, in crescita del 28% rispetto all'anno precedente.

I crediti verso la clientela sono calati dell'8,4% a 120 miliardi, mentre la raccolta diretta è risultata stabile a 126 miliardi. (fonte:  Il Sole 24 Ore, comunicato Mps)
Altra banca che chiude il 2014 in pesante perdita è il Banco Popolare:

Il Banco Popolare  fa pulizia in bilancio e chiude il 2014 con una maxi perdita. Il Banco Popolare  ha archiviato il 2014 con una perdita di 1,946 miliardi di euro, triplicata rispetto al rosso di 606 milioni dell'anno prima, a causa della mole delle rettifiche straordinarie su crediti pari a 3,561 miliardi di euro (rispetto ai 1,691 miliardi del 2013), di cui 2,496 miliardi nel solo quarto trimestre. Il consenso aveva previsto nei dodici mesi al 31 dicembre scorso una perdita di circa 900 milioni di euro. (fonte: Milano Finanza)
Oggi pomeriggio si è appreso che Banca Etruria è stata commissariata:
La Banca Popolare dell'Etruria e del Lazio è stata commissariata dalla Banca d'Italia. I commissari nominati sono Riccardo Sora e Antonio Pironti. Sotto il faro della Vigilanza ci sarebbe il patrimonio della banca aretina. (fonte: Ansa)
Se vi chiedete il motivo perché tutti (o quasi) vogliono una bad bank, questi ne sono solo alcuni: degli altri  parleremo approfonditamente in un prossimo post.
Cosa dirvi?
In Europa, dal 2016, entrerà a regime il meccanismo di soluzione delle crisi bancarie, che trae spunto proprio dall'esperienza cipriota. Ricorrendo talune condizioni, in caso di dissesto di qualche banca, i primi ad essere colpiti saranno gli azionisti, e quindi gli obbligazionisti junior, quelli senior e, successivamente, in caso di necessità, anche i correntisti con depositi superiori ai 100 mila euro. Quindi i correntisti con depositi inferiori ai 100 mila euro, possono dormire sonni tranquilli? Direi proprio di no.
Non tutte le banche sono uguali, anche se alcune sono più uguali di altre. Quindi, saper scegliere la propria banca è questione fondamentale (lettura suggerita) 

Nessun commento:

Posta un commento