martedì 30 ottobre 2012

IL PIU' GRANDE TRASFERIMENTO DI RICCHEZZA DELLA STORIA UMANA


di Paolo Cardenà-
Che siamo seduti su una montagna di debiti pronta ad esplodere, non è una novità. Non lo è neanche sapere che il sistema bancario, seppur con le opportune distinzioni del caso, da Paese a Paese, è sullo'orlo dell'insolvenza e ad un passo dal fallimento. Così come lo sono  una moltitudine di stati, di imprese e di famiglie.

giovedì 25 ottobre 2012

IL MES STA FINANZIANDO LA GERMANIA


di Paolo Cardenà
Ieri, più che l'audizione di Mario Draghi alla Bundestag, con la quale ha spiegato il funzionamento dello scudo antispread, avrebbe dovuto suscitare maggior  interesse le interviste di  Klaus Regling, numero uno del MES (European Stability Mechanism), rilanciate da Bloomberg e da Il Sole 24 Ore.

martedì 23 ottobre 2012

ALTRO SCANDALO IN MPS: ERRORE O MALAFEDE?


di Paolo Cardenà-
Non è che io ce l'abbia con quelli del Monte Paschi di Siena, ma devo dire che ce la stanno mettendo davvero tutta per suscitare grande indignazione per le vicende in cui è coinvolta la banca;  e   credo che vadano denunciate.
Secondo quanto riportato da Linkiesta,  sembrerebbe che nel bilancio 2011, l'ultimo firmato da Mussari, sia sfuggita la contabilizzazione di 130 milioni di euro di costi del personale di competenza dell'anno.

giovedì 18 ottobre 2012

ECCO COME FINISCONO NEL CESSO I SOLDI DEI CONTRIBUENTI


di Paolo Cardenà-

Cari contribuenti di tutta Italia, state bene a vedere come finiscono nel cesso i soldini che il nostro caro Stato ci estorce con la dittatura tributaria che sta imponendo, finalizzata a salvaguardare gli interessi finanziari delle banche di mezzo mondo, italiane comprese.

martedì 16 ottobre 2012

COMPRANO CACCIA DA GUERRA E TAGLIANO LE SPESE PER I DISABILI


di Paolo Cardenà-
Il premio Nobel per la pace all'Europa? Non sarei affatto stupito se il prossimo anno conferissero, a questa Europa, anche il Nobel per l'economia. E perché no? Visto che ci siamo, che diano   quello per la pace anche Totò Riina. Purtroppo viviamo in uno strano mondo, dove tutto sembra essere il contrario di tutto.

lunedì 15 ottobre 2012

A COLPI DI TASSE VERSO LA POVERTA'

di Paolo Cardenà-
Mentre qualche giorno fa, all'indomani dell'approvazione da parte del Consiglio dei Ministri della manovra di stabilità, i giornali sussidiati di regime plaudivano per l'apparente taglio delle tasse, il sottoscritto, facendo un prima disamina dei provvedimenti adottati, in un articolo (lo trovate qui), scriveva che si trattava di una stangata che  avrebbe

martedì 9 ottobre 2012

IL MES COME STRUMENTO DI INGANNO DEI POPOLI


                                                        di Paolo Cardenà-
A proposito del MES (Meccanismo Europeo di Stabilità) o Fondo Salva Stati -che, a dire il vero, è anche un fondo salva banche-,  in questi ultimi mesi, soprattutto in rete, si è letto molto e forse anche a sproposito. Molti osservatori hanno  fornito una rappresentazione del MES, come uno strumento di coercizione e oppressione dei principi democratici nei vari  Paesi che aderiscono al fondo. E in  parte è proprio così, ma questo tema verrà approfondito in ulteriori articoli di prossima pubblicazione.

mercoledì 3 ottobre 2012

UNA PATATA CI CONDANNERA' AL FALLIMENTO


di Paolo Cardenà-
Eh si, cari signori! In Italia siamo in piena occupazione, con il Pil che cresce a ritmi sostenuti da anni. Di inflazione neanche a parlarne, e il debito pubblico è solo un problema  di quei poveracci elvetici.  Abbiamo pure una forte capacità di attrarre investimenti: investire in Italia rende le imprese competitive in tutto il contesto mondiale e solo qui esistono condizioni così favorevoli, grazie ad uno Stato che non intralcia il lavoro e l'impresa. Roba da far invidia anche ai cinesi e agli indiani.  

martedì 2 ottobre 2012

BANCHE DI DISTRUZIONE DI MASSA


                                                        di Paolo Cardenà-
Follia è fare sempre la stessa cosa aspettandosi, ogni volta,  risultati diversi. Così, Albert Einstein definiva la follia. Come dargli torto! E' un po' come curare il malato somministrando, lo stesso farmaco che ha cagionato la malattia e aspettarsi che possa guarire. Oppure come gonfiare un palloncino e attendersi che questo non scoppi. Allo stesso modo, è follia gonfiare bolle  finanziarie cercando di creare ricchezza fittizia, allo scopo di occultare  malanni dell’economia e sperando che questi non riemergano.