lunedì 12 novembre 2012

DIFENDETEVI, FINCHE' SIETE IN TEMPO

                                                             di Paolo Cardenà-
Sono mesi che sostengo che presto sarebbero arrivati all'esproprio. Non solo dei nostri sacrifici e dei nostri redditi, ma anche i patrimoni e i risparmi  accumulati dai nostri genitori e dai nostri nonni. Non hanno un becco di un quattrino e continuano a mantenere inalterati i privilegi degli eletti che occupano pressoché tutti gli apparati amministrativi e burocratici.  E per farlo, siccome la base imponibile si sta via via lacerando per effetto della crisi, ben pensano di espropriare i nostri sudori tramite l'introduzione di un imposta patrimoniale su vasta scale. E a confermarlo e' lo stesso Monti. 
Secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore
Il governo sta «studiando» una patrimoniale «generalizzata» ma «non sarà introdotta nottetempo, ci sono passi che stiamo verificando». Lo ha affermato il premier Mario Monti intervistato al forum del Financial Times a Milano. 

Il premier: non vogliamo allontanare gli investitori «Non vogliamo allontanare gli investitori con una tassa non equa», ha precisato Monti, ricordando che in passato il governo, nello studiare l'ipotesi di una patrimoniale, aveva trovato delle «difficoltà» dal momento che «in Italia non erano disponibili tutte le informazioni sulla proprietà dei beni». «Vorrei anche sdrammatizzare ha proseguito - la questione della tassa patrimoniale, che esiste in alcuni paesi estremamente capitalisti». Su l'utilizzo di questo tipo di tassazione, Monti ha precisato che «molto dipenderà da come funzionerà e da come sarà usata»
Sapete chi andrà a colpire un eventuale imposta patrimoniale? Oh, certamente non i grandi patrimoni che  saranno già stati occultati al fisco in maniera più o meno legale. Magari convertiti in qualche valuta forte e depositati su qualche conto corrente di qualche paradiso fiscale, in attesa del crollo dell'euro così da poter rimpatriare patrimoni rivalutati. La tassa andrà a colpire i piccoli risparmiatori che (apparentemente) non dispongono di adeguati patrimoni, né delle informazioni necessarie e strumenti utili per sfuggire alla mannaia del fisco. Andrà a colpire chi, per tutta la vita, si sarà costituito un gruzzoletto per far fronte alle emergenze della vecchiaia o chi avrà sudato lacrime e sangue per pagare un mutuo per costruirsi una casa, o per avere una piccola azienda che sta cedendo sotto i colpi di uno Stato, che applica la repressione fiscale su chi produce vera ricchezza, per mantenere i privilegi dei  parassiti di stato: veri distruttori di ricchezza.  E la cosa che fa più incazzare è la menzogna reiterata nel tempo profusa da  Monti. Lui conosce benissimo che per fermare la fuga di capitali, l'unica vera strada è quella di bloccarli. Almeno abbia il decoro di non mentire. Datevi da fare, di tempo ne rimane davvero poco. Tutti hanno la possibilità di difendersi, anche chi dispone di qualche  piccolo risparmio.

Aggiornamento delle 14:40

E' evidente che le dichiarazioni del Premier Monti, hanno innescato il panico al punto che, sul sito del Governo, è apparsa immediata la smentita, che qui vi riporto:

Il Presidente del Consiglio Mario Monti, intervenendo alla conferenza del Financial Times "new routes for growth", non ha affatto annunciato un intervento di tassazione sui patrimoni.Dopo aver precisato di non essere pregiudizialmente contrario ad una modesta tassazione generalizzata del patrimonio, il Presidente ha ricordato il contesto in cui il governo ha operato e i vincoli alle scelte in materia di imposizione fiscale, in particolare la mancanza di una base conoscitiva sufficientemente dettagliata e la necessità di evitare massicce fughe di capitali all'estero.Non essendo perciò realizzabile una tassazione generalizzata del patrimonio, il Governo nel dicembre 2011 è intervenuto, con l'approvazione di tutti i partiti della maggioranza, su varie componenti della ricchezza patrimoniale separatamente, con un risultato effettivo in qualche modo paragonabile.Tutto ciò Monti ha chiarito come spiegazione delle decisioni allora adottate, non come premessa di futuri interventi.
Considerazioni:
Non credo che la smentita possa essere accolta come un definitivo  disinteresse da parte del Governo ad introdurre una imposta patrimoniale, la cui applicazione resta comunque impresa abbastanza ardua per alcune categorie di cespiti; e di ciò parlerò  in un prossimo articolo. Contrariamente, penso che stiano davvero meditando l'introduzione di ulteriori imposte patrimoniali o l'inasprimento di quelle già esistenti (IMU e imposta di bollo sulle attività finanziarie), anche tenendo conto che  la crisi economica genera, in maniera più o meno  costante, nuovi buchi di bilancio che devono essere colmati.  E' altrettanto evidente che, simili manovre, devono potersi pianificare in segretezza onde evitare, oltre che una fuga di capitali, anche un eventuale occultamento agli occhi del fisco. Quello di Mario Monti di oggi, è stato senz'altro uno scivolone al quale si è tentato di porre rimedio con un comunicato stampa dal sapore insignificante, e che induce comunque  a riflettere e pensare ad opportune precauzioni. Senza poi dimenticare che, l'imposta patrimoniale, essendo assai cara ai vari Bersani &co., potrebbe essere barattata per favorire il realizzarsi di qualche disegno politico........In altre parole, fanno i froci con il culo degli altri, ossia il nostro! MEDITATE

13 commenti:

  1. tutto perfetto in quello che dici tranne una cosa,forse....
    monti non lavora per le banche e per mantenere l'euro ???
    tu scrivi che questa patrimoniale è per difendere la casta politica che vive sulle nostre spalle.
    distinguiamo: l'europa vuole riduzioni di sovranità e fa di tutto per costringerci ad acccettare leggi contro la democrazia.
    sta infatti in tutti i modi screditando la politica ,facendo credere che è la madre di tutti i mali,ma è l'unico modo di rimanere in democazia.o no??
    siamo sicuri che questa "tassa " serva a mantenere la casta? oppure finirà nel calderone del salvataggio bancario?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi riferisco strettamente alla casta, ma anche e soprattutto agli apparati burocratici ed amministrativi di questo stato che sembra tipici di uno stato bolscevico. Scrivendo "eletti" intendevo dire "privilegiati". Grazie per il commento.

      Elimina
  2. difendetevi finchè siete in tempo...ma come??? c'è una mancanza di informazioni a riguardo e la gente non sa come comportarsi di fronte a questa minaccia. I trasferimenti all'estero di fondi sono visibili al fisco...l'unico sistema, non esente da rischi, penso sia quello di prelevare tutto quello che si dispone e tenerlo custodito sotto un mattone...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. scrivimi sulla mia email e te lo spiego. Meglio se mi mandi anche il numero di telefono. E' gratuito e non ti costa nulla. :-)

      Elimina
  3. Perche non facciamo niente, noi popolo, per fermare tutto questo?? Non è una domanda retorica davvero lo sto chiedendo. Perche più vediamo che ci stanno prosciugando e più non facciamo niente????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Semplice rispondere! Perché non siamo ancora abbastanza poveri ed affamati, ma presto lo diventeremo. Grazie e trascorri una buona giornata.

      Elimina
    2. Perchè ognuno dovrebbe iniziare da se stesso a fare un primo passo!

      Elimina
  4. Buona quella del mattone. ....già fatto !!!!

    RispondiElimina
  5. in merito alla questione sollevato da anonimo..... difendetevi finchè siete in tempo...ma come??? c'è una mancanza di informazioni a riguardo e la gente non sa come comportarsi di fronte a questa minaccia. I trasferimenti all'estero di fondi sono visibili al fisco...l'unico sistema, non esente da rischi, penso sia quello di prelevare tutto quello che si dispone e tenerlo custodito sotto un mattone...
    Rispondi
    Risposte

    Paolo Cardenà13 novembre 2012 00:15

    scrivimi sulla mia email e te lo spiego. Meglio se mi mandi anche il numero di telefono. E' gratuito e non ti costa nulla. :-)
    chiedevo gentilmente la tua mail per scriverti anche io. grazie. la facenda e' davvero ardua e GRAVE!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CERTO, VOLTAMN75@YAHOO.IT.
      CIAO E GRAZIE

      Elimina
    2. ecco la mia mail: voltamn75@yahoo.it, ciao.

      Elimina
  6. mattone.. già fatto da tempo, ma se hai poco e niente come me, non tanto per i rischi, siamo portati verso la moneta elettronica totale. A quel punto sarà impossibile tenersi i risparmi dentro casa e dipenderemo totalmente da loro

    RispondiElimina