martedì 28 febbraio 2012

LA LEZIONE (IM)MORALE DEL TIMONIERE DEL TITANIC

Che dire del Timoniere del Titanic  (o della  Concordia per essere più attinenti agli eventi) al secolo Giulio Tremonti che, dopo essersi reso corresponsabile del disastro italiano, ora cerca di riabilitarsi  offrendo marchette televisive e radiofoniche, impartendo lezioni di moralità economica e finanzaria?
L'ultima ce la segnala Il Sole 24 Ore che riporta un'intervista dell'ex Ministro ai microfoni di RTL 102.5 con la quale, egli, criticando aspramente l'operato della BCE che ha erogato il finanziamento alle Banche Europee con l'operazione del 21/12/2011 e del quale si è ampiamente discusso (in tempi non sospetti) su questo sito, dimentica il suo regalo alle banche italiane con i Tremonti Bond, fiore all'occhiello della censurabile politica economica dell'ex Ministro.
Senza dimenticare poi il "Tremonti pensiero" espresso nel suo libro uscito di recente dal titolo "Uscita di sicurezza": un vero e proprio tributo  alla mistificazione di fatti e circostanze  dalle quali l'ex  Ministro vorrebbe chiamarsi fuori, tentando di scrollarsi di dosso responsabilità, solo ed esclusivamente, sue.
Vi invito a rileggere questo post e a riflettere sul livello  di cialtroneria di chi, al pari di altri, è stato  protagonista indiscusso della deriva italiana dell'ultimo ventennio.  Un vero manipolatore  di realtà.  Ricordatelo!

Nessun commento:

Posta un commento